FAQ - Domande e risposte

Devo comprare un magnete al neodimio o un magnete in ferrite?

Dipende da come desidera impiegare il magnete. Qui di seguito una piccola guida:
Nei seguenti casi Le consigliamo di preferire l'uso di magneti in ferrite:
  • budget ridotto
  • alte temperature (80-250 °C)
  • impiego in ambienti esterni
  • basse pretese a livello estetico
Nei seguenti casi Le consigliamo di preferire l'uso di magneti al neodimio:
  • necessità di una forza di attrazione molto potente
  • spazio ridotto (miniaturizzazione)
  • peso ridotto
  • decorazione/regalo (bellezza del rivestimento)
Indice

Proprietà dei materiali neodimio e ferrite


= buono
= medio
= scarso
Ferrite Neodimio
Forza di attrazione per volume
Prezzo
Stabilità del prezzo
Resistenza al calore
Impiego in ambienti esterni/ruggine
Fragilità
Perdita della forza di attrazione nel tempo
Tolleranze standard
Semplicità del trasporto
Forza coercitiva
Estetica
Pericolo per i bambini (ingestione)
Pericolo per i dispositivi

Brevi informazioni sulle proprietà dei magneti

Forza di attrazione per volume

I magneti in ferrite sono molto più deboli dei magneti al neodimio a parità di volume (vedi "I Magneti più potenti al mondo"?). Pertanto il neodimio è il materiale più adatto quando lo spazio a disposizione è ridotto e il prodotto finale deve essere il più leggero possibile (miniaturizzazione).
Stesso volume, diversa forza di attrazione:
Articolo Volume Forza di attrazione Peso
S-20-10-N 3,14 cm3 11 kg 24 g
FE-S-20-10 3,14 cm3 1,4 kg 15 g
Diverso volume, stessa forza di attrazione:
Articolo Volume Forza di attrazione Peso
R-27-16-05-N 1,8 cm3 8,3 kg 14 g
FE-R-80-40-15 56,5 cm3 9,5 kg 270 g

Prezzo

Da un lato il materiale ferrite costa solo una minima parte del materiale NdFeB. D'altro lato un magnete al neodimio ha anche una forza di attrazione ca. 8-10 volte maggiore di un magnete in ferrite delle stesse dimensioni. Se si calcola il costo al kg della forza di attrazione, allora i magneti in ferrite sono ca. 2-3 volte più economici dei magneti al neodimio. Questo vale soprattutto per i magneti a forma di parallelepipedo e anello e per grandi quantità. (Per i magneti a forma di disco il prezzo al kg della forza di attrazione è simile per entrambi i materiali.)
Questo vantaggio relativo al prezzo è interessante soltanto se il peso e le dimensioni non giocano alcun ruolo perché il magnete in ferrite è molto più grande e pesante di un magnete al neodimio con la stessa forza di attrazione.

Stabilità del prezzo

I magneti in ferrite sono meno soggetti a oscillazioni di prezzo significative perché per la loro produzione non vengono utilizzati metalli rari.

Resistenza al calore

I magneti in ferrite possono essere utilizzati a temperature comprese tra -40 °C e 250 °C, mentre la maggior parte dei magneti al neodimio perde la propria magnetizzazione in modo permanente già a partire da 80 °C. D'altro canto, temperature inferiori a -40 °C non hanno nessuna conseguenza sui magneti al neodimio.
Per maggiori informazioni vedi Quanto si possono scaldare i magneti?

Impiego in ambienti esterni

I magneti in ferrite sono estremamente resistenti agli agenti chimici e alla ruggine, mentre i magneti al neodimio non sono adatti all'impiego in ambienti esterni (a eccezione dei magneti gommati al Nd).

Fragilità

I magneti in ferrite possono rompersi in grossi pezzi se vengono esposti ripetutamente a carichi importanti. I magneti al neodimio, invece, sono estremamente fragili e si frantumano facilmente con il rischio di ferirsi per chi li sta utilizzando o per le persone intorno.
Per maggiori informazioni vedi Avvisi sulla frantumazione

Perdita della forza di attrazione

Né i magneti in ferrite né i magneti al neodimio perdono spontaneamente la loro magnetizzazione col passare del tempo. Possono venire smagnetizzati soltanto in presenza di influssi esterni, come il calore o campi magnetici esterni molto intensi.

Tolleranze standard

Per i magneti al neodimio si ha sempre una tolleranza di +/- 0,1 mm.
Per i magneti in ferrite è più complicato: in altezza hanno una tolleranza standard di +/- 0,1 mm, in lunghezza e in larghezza la tolleranza è del 2%, ma comunque di almeno 0,1 mm.

Trasporto

I magneti in ferrite più piccoli hanno una campo magnetico piuttosto debole e possono essere schermati in modo relativamente semplice; i magneti al neodimio, invece, devono essere schermati con estrema cura per poter essere spediti.
Per maggiori informazioni vedi Posso spedire i magneti tramite trasporto aereo?.
I magneti in ferrite e i magneti al neodimio devono essere essere trasportati con una distanza di almeno 22 mm (consigliamo 30 mm) fra loro, perché altrimenti i magneti in ferrite vengono smagnetizzati dai magneti al neodimio oppure subiscono l'inversione dei poli (vedi tabella sotto).

Campo coercitivo

I magneti in ferrite possono venire smagnetizzati da magneti al neodimio più potenti oppure subire l'inversione dei poli (vedi tabella sotto).
E' necessario mantenere le seguenti distanze minime tra i diversi tipi di magneti per l'uso, la conservazione e il trasporto:
Ferrite Neodimio AlNiCo Fogli e nastri
Ferrite - 22 mm 0 mm 0 mm
Neodimio 22 mm - 43 mm 30 mm
AlNiCo 0 mm 43 mm - 0 mm
Fogli e nastri 0 mm 30 mm 0 mm -

Estetica

I magneti in ferrite sono privi di rivestimento e hanno un colore grigio scuro non particolarmente bello che scolorisce con l'attrito. Pertanto, i magneti in ferrite non sono adatti ad essere utilizzati sui vestiti, ad es. per i badge. La superficie è irregolare e i bordi possono mostrare dei solchi.
I magneti al neodimio, grazie al loro rivestimento in rame e nichel, presentano un colore argentato molto bello e non si scoloriscono con il normale utilizzo. Sono pertanto molto adatti a scopi decorativi e come regali.
Perdita di colore di un magnete in ferrite
Perdita di colore di un magnete in ferrite
Bordi irregolari di un magnete in ferrite
Bordi irregolari di un magnete in ferrite

Pericolo per i bambini

I magneti in ferrite potenti sono relativamente grandi e perciò è più difficile per i bambini piccoli ingerirli. I magneti al neodimio, a parità di dimensione, mostrano una magnetizzazione molto più elevata e possono pertanto condurre a gravi complicazioni in caso di ingestione (vedi avviso di sicurezza).

Pericolo per i dispositivi

I dispositivi elettrici, come pacemaker e apparecchi acustici, possono venire danneggiati dai magneti. I magneti in ferrite sono meno potenti dei magneti al neodimio e possono pertanto essere impiegati anche vicino a questi dispositivi. Una distanza di sicurezza è comunque consigliata per entrambi i tipi di magneti.