Lavavetri magnetico double-face

Il vostro lavavetri magnetico realizzato con la stampante 3D
Autore: U. Bär, Schwalbach, Germania
Online da: 15.07.2022, Numero visite: 2957
Alcuni appartamenti hanno finestre che si possono solo inclinare oppure che sono difficilmente accessibili perché sono bloccate da dei mobili. Ma anche queste finestre vanno pulite un paio di volte all'anno, sia all'interno che all'esterno. Per riuscire a pulire anche le finestre difficilmente accessibili, ho progettato un lavavetri magnetico con il programma CAD di openSCAD.org e poi lo ho stampato con la mia stampante 3D. La particolarità di questo lavavetri è che è double-face e aderisce a entrambi i lati della finestra grazie ai magneti.

Materiale necessario

Per assemblare il lavavetri magnetico, occorre stampare quattro pezzi con la stampante 3D:
  • l'impugnatura
  • una piastra di base Halbach
  • 2 clip per fissare i panni per le pulizie (utilizzate PETG come materiale per la stampa 3D)
Le schede dei disegni sono disponibili sul mio profilo Printable. Il tempo di stampa dei componenti è di circa due o tre ore, a seconda del tipo di stampante (e delle impostazioni). Inoltre per tenere insieme i componenti del lavavetri magnetico servono cinque parallelepipedi magnetici 40 x 10 x 5 mm.

Avvertenza: al posto di una piastra di base Halbach, è possibile stampare anche una piastra normale con solo due magneti. È ideale per finestre più sottili.

Ecco come funziona il lavavetri magnetico

Il lavavetri magnetico double-face funziona secondo il principio di Array Halbach (trovate maggiori informazioni nel progetto dei nostri clienti Costruire un Array Halbach). Di conseguenza la forza di attrazione è maggiore su un lato del dispositivo. Sono necessari tre parallelepipedi magnetici per l'Array Halbach e due parallelepipedi magnetici per l'impugnatura.

Integrare i magneti nel corpo

I magneti vengono semplicemente inseriti nel corpo realizzato con la stampante 3D. Quando si utilizza il lavavetri magnetico, i magneti restano nel corpo grazie all'attrazione della controparte. Inoltre le piccole sporgenze e l'assemblaggio impediscono ai parallelepipedi magnetici di cadere. Non è quindi necessario incollarli.

Il mio consiglio: se i magneti dovessero muoversi molto a causa di tolleranze di stampa, calibrazione o sottoestrusione, consiglio di mettere della colla, del silicone o del nastro biadesivo nell’apertura. È anche possibile applicare in seguito una goccia di colla istantanea (cianoacrilato) nella fessura.
Durante l’utilizzo i magneti vengono attratti sul fondo chiuso e occorre solo assicurarsi che non fuoriescano in caso di inversione di polarità (ad esempio in caso di rotazione molto rapida o di posizionamento errato).

Come utilizzare il lavavetri magnetico

Dopo che avete stampato tutti i componenti con la stampante 3D, potete utilizzare subito il lavavetri magnetico e pulire comodamente il lato esterno delle finestre restando all’interno:
  1. Mettete della carta igienica piegata o del cotone sul lato chiuso.
  2. Premete la clip angolo per angolo per inserirla nelle apposite scanalature, in modo che non scivoli. Chiudete per ultimo l’angolo aperto.
  3. Bagnate poi il panno con un detergente per vetri o con acqua saponata.
  4. Posizionate il lato esterno sulla finestra.
  5. Ruotate i magneti in modo che siano in orizzontale e muoveteli verso l'alto e verso il basso.*
  6. Dopo aver inumidito il vetro e rimosso lo sporco, sostituite la carta o il cotone con un panno asciutto e pulito e ripetete l'operazione.
*Importante: non muovete il lavavetri in direzione longitudinale, perché in quella direzione la forza magnetica è più debole e i componenti possono disallinearsi. Ruotatelo invece nella direzione desiderata.

Collegare i due componenti del lavavetri magnetico

È fondamentale che i due componenti del lavavetri magnetico siano fissati tra loro con un cordino. Accanto all’impugnatura si trovano dei fori in cui è possibile infilarlo. Tagliate il cordino alla lunghezza desiderata e fissatelo anche al secondo elemento del lavavetri. In alternativa potete fissare un'estremità del cordino all'elemento esterno e una al vostro polso.
L’unità esterna con i magneti pesa circa 50 g e, se dovesse cadere da finestre alte o da piani alti, potrebbe causare danni a persone o a cose. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali danni che ne derivano. Inoltre con il cordino è molto più facile riportare all'interno il magnete esterno: infatti può succedere di staccare per abitudine l’impugnatura interna senza pensare che, così facendo, la parte esterna cadrà (e potrebbe non essere più raggiungibile).
Nota dal team di supermagnete: sulla nostra pagina delle FAQ per le pulizie con i magneti trovate molti consigli utili per pulire con i magneti i punti difficilmente accessibili di finestre e di altre superfici in vetro. Se non avete una stampante 3D, potete realizzare un lavavetri magnetico in un altro modo: date un’occhiata al progetto Pulizia delle finestre.