Il prodotto è stato aggiunto al suo carrello acquisti.
Al carrello

Valvola del motore con magnete permanente

Come simulare il funzionamento di una valvola del motore
Autore: Bernard Le Gall, Landerneau, Francia
Online da: 02.07.2009, Numero visite: 74250
0
Spesso si sostiene che la valvola di un motore a combustione interna potrebbe essere comandata da degli elettromagneti. Mi sono quindi chiesto: "E allora perché non utilizzare dei magneti permanenti?"
Il mio metodo non risolve il problema, ma le due realizzazioni potrebbero invogliare qualche lettore a verificare i risultati.
Chi lo prova troverà molto in fretta altre soluzioni simili. Oltre ad essere divertente, potrebbe anche portare a degli impieghi utili.


Principio classico:

  • La camma (1) ruota in senso orario.
  • La punteria della valvola si alza e si abbassa.
  • La corsa della camma (C) dipende dall'inclinazione della camma.

Principio magnetico:

È incredibile la velocità con cui la "valvola magnetica" si muove verso l'alto e verso il basso, a seconda che sia attratta o respinta.
Qui è possibile vedere il principio ancora una volta: l'anello magnetico (1) si trova sull'albero che viene azionato da una manovella (4). Se i poli dell'anello magnetico e della "valvola magnetica" sono diversi, la "valvola magnetica" viene attratta; se invece la polarità è la stessa, viene sollevata. Sembra che il magnete galleggi temporaneamente.

Prima realizzazione

Ho realizzato questo principio con dei mezzi semplici. Ho posizionato e fissato l'anello magnetico sull'albero di alluminio. Ho inserito l'albero attraverso i fori nella base (di colore grigio). La pedina magnetica si alza e si abbassa all'interno di un tubo di una siringa.
Attenzione: i due magneti non devono mai scontrarsi direttamente, altrimenti si potrebbero rompere velocemente. Ecco perché ho chiuso la base del tubo con del vetro acrilico.
La pedina magnetica viene attirata ...
La pedina magnetica viene attirata ...
... e respinta dopo un altro mezzo giro.
... e respinta dopo un altro mezzo giro.

Seconda realizzazione

In un secondo tentativo ho sostituito l'anello magnetico con due dischi magnetici con magnetizzazione diametrale S-10-05-DN.
Sono incollati su due pezzi di compensato.
L'idea: i magneti (3) del disco (2) ruotano su una base (1). Dopo mezza rotazione, i magneti (3) attraggono i magneti con magnetizzazione diametrale (4) e le due "ganasce" si chiudono. Non appena il disco ricomincia a girare, le ganasce si aprono nuovamente a causa del loro peso. Dei supporti presenti sull'esterno delle ganasce evitano che si aprano troppo, altrimenti non sarebbero più attratte dai magneti sul disco.
Anche in questo caso il disco viene ruotato manualmente su un albero
Anche in questo caso il disco viene ruotato manualmente su un albero
I magneti sul bordo vengono attratti - le ganasce si chiudono
I magneti sul bordo vengono attratti - le ganasce si chiudono
Le ganasce si aprono perché i magneti sul disco vengono allontanati ruotando
Le ganasce si aprono perché i magneti sul disco vengono allontanati ruotando
Spero che i lettori di questo esperimento si inventeranno le loro applicazioni, che siano puramente ludiche o anche pratiche.
Auguro molto successo tanto agli inventori delle "macchine del futuro"!

L'intero contenuto di questa pagina è protetto dal diritto d'autore.
Senza espressa autorizzazione, non è permesso copiarne il contenuto né utilizzarlo in alcun'altra forma.