Separatore per forti magneti

Istruzioni passo dopo passo per costruire un separatore di grandi magneti al neodimio
Autore: supermagnete, Uster, Svizzera, [email protected]

Separare i magneti in modo sicuro

Ci viene chiesto spesso:“Come separare in modo corretto grandi magneti al neodimio?” Infatti quando due magneti molto potenti si uniscono, è estremamente difficile separarli di nuovo.
Una delle varie possibilità è quella di fabbricarsi un separatore di magneti in legno. Con l’aiuto di questo dispositivo è possibile separare potenti magneti in modo semplice e sicuro.
Di seguito mettiamo gratuitamente a disposizione per tutti i fan dei magneti la descrizione dettagliata del progetto oltre alle istruzioni per il montaggio in formato PDF.
Questo documento contiene una lista del materiale necessario alla sua realizzazione nonché gli schizzi con le esatte dimensioni, utili per tutte le fasi del procedimento.

Materiale necessario

Per la costruzione del separatore di magneti sono necessari assi, attrezzi e minuteria. La “lista della spesa” e le dettagliate istruzioni per la sua realizzazione sono contenute nel PDF da scaricare.

Scaricare il PDF

Questi due articoli, di cui si ha bisogno, sono disponibili anche nel nostro shop online:

Istruzioni

Fase 1

Tagliare con una sega da traforo (o in alternativa con un altro tipo di sega) le assi di legno come descritto nel manuale.
Si ottengono nove singoli elementi (A1, A2, B1, B2, C, E, F1, F2 e G), con i quali è possibile assemblare il separatore di magneti.
Attenzione: utilizzando la sega indossare sempre indumenti protettivi (guanti, occhiali e, se necessario, maschera antipolvere).

Fase 2

Per facilitare il posizionamento del trapano, contrassegnare i punti da forare secondo le dimensioni indicate nelle istruzioni. Durante questa fase contrassegnare anche le posizioni dei singoli elementi.

Consiglio: raccomandiamo l’utilizzo di una matita a punta tenera per facilitare, se necessario, la rimozione dei segni a lavoro terminato.

Fase 3

Ora avvitare insieme i due elementi "A"nei punti precedentemente contrassegnati. A tale scopo utilizzare 7 viti per legno a testa svasata che attraverso "A2" si inseriscono in "A1". Il pezzo ottenuto è denominato "A1-A2".

Suggerimento: per garantire che le parti avvitate abbiano un appoggio stabile e corretto, è necessario assicurarsi che siano perfettamente a filo lungo il loro bordo inferiore.

Avvertenza: se non si dispone di viti a testa svasata, il legno deve essere forato prima di avvitare le viti, affinché le relative teste svasate possano affondare nel legno senza sporgere.

Fase 4

In questa fase forare nelle parti "A1-A2" ed "E" il segno indicante la posizione del foro destinato alla vite esagonale M8 "J", con la quale verrà successivamente fissato il braccio di leva.
Segare poi l'incavo, precedentemente disegnato sull’elemento "A1-A2", ottenendo due triangoli di legno: l’elemento "D" e un secondo pezzo, non necessario all’assemblaggio.

Levigare con carta abrasiva tutti gli elementi al fine di prevenire schegge durante il loro utilizzo.
Suggerimento: l’elemento "D" servirà in seguito a mantenere fermo il magnete nell'incavo.

Fase 5

Avvitare ora, come indicato nel manuale, l’elemento "F1" nell’incavo di "A1-A2" con 2 piccole viti per legno a testa svasata "I". In questo modo si garantisce la posizione più piatta possibile del magnete.

Consiglio: se dopo l’utilizzo della sega la superficie risultasse irregolare, è possibile lisciarla con carta abrasiva o con un piccolo scalpello da falegname.

Ora è possibile avvitare i due piedini "B1" e "B2" nei punti contrassegnati sull'elemento "A1-A2" con 4 viti per legno a testa svasata di medie dimensioni "H". L’elemento ottenuto è denominato "Body".

Fase 6

Di seguito avvitare l’elemento "E" a quello di rinforzo "C" con 3 viti per legno a testa svasata di medie dimensioni "H". L’elemento ottenuto è denominato "C-E".
Suggerimento: i bordi inferiori di "E" e "C" devono essere i più lisci possibili.

Fase 7

Avvitare l’elemento "F2" sul lato inferiore di "C-E", ottenendo così il braccio di leva completo, denominato "Arm" nel manuale.

Fase 8

L’elemento "Body" viene ora avvitato al pianale di base "G" nei punti già contrassegnati. È stato utilizzato un pannello di fibra a media densità (MDF), ma in alternativa è possibile impiegare un altro tipo di legno delle stesse dimensioni.

Fase 9

Incollare una sottile e morbida spugna "O" sulla parte superiore del pianale di base "G". Nel nostro caso abbiamo utilizzato la colla UHU MAX REPAIR "N" per fissare la spugna nel punto in cui cadrà il magnete separato. Ciò eviterà al magnete di danneggiarsi e di scivolare sotto l’elemento “Body” nel caso fosse attratto dall’altro magnete.

Incollare 3-4 pezzi di nastro metallico autoadesivo "M" sul lato inferiore del pianale di base "G". Questo permette di “catturare”, attraendoli, i magneti nella loro caduta. Trattandosi di un sottile nastro metallico, anche i magneti più forti possono essere facilmente rimossi.

Fase 10

Ora avvitare insieme gli elementi "Arm" a "Body". A tale scopo sono necessari la vite a testa esagonale M8 "J", due rondelle "L" e un bullone di bloccaggio "K". Dopo aver avvitato saldamente tutti i componenti, il separatore di magneti è pronto per l'uso!

Separare magneti

Il separatore è particolarmente adatto per grandi e potenti magneti al neodimio, alcuni dei quali sono elencati di seguito. Consigli su come separare i magneti al neodimio più piccoli sono descritti nelle nostre FAQ.

FAQ Separare magneti'

Attenzione: quando si maneggiano potenti magneti al neodimio, indossare sempre guanti e occhiali di protezione e seguire i nostri avvisi di sicurezza.

L'intero contenuto di questa pagina è protetto dal diritto d'autore.
Senza espressa autorizzazione, non è permesso copiarne il contenuto né utilizzarlo in alcun'altra forma.