Alzata mag(net)ica

Con piatti, bastoni di legno e magneti
Autore: Julia Lange - bildschoenesdesign, Tübingen, Germania

Alzata fai-da-te

Ecco che in un attimo, mettendo insieme magneti al neodimio, due bastoni di legno e piatti o vassoi, nasce un'alzata di uso universale. Il vantaggio è che tutte le parti restano integre e che l'alzata si può smontare in qualsiasi momento. Qui di seguito Vi spiego com'è facile costruire da soli un'alzata di questo tipo.

I bastoni

Innanzitutto occorrono dei bastoni. Il loro diametro dipende dai piatti o dai vassoi scelti e, di conseguenza, dalla potenza dei magneti che è necessario utilizzare. Per i vassoi ferromagnetici Hay sono sufficienti magneti più piccoli e bastoni di spessore 20 mm. I piatti non-ferromagnetici richiedono magneti potenti e bastoni di maggior spessore (Ø 24 - 25 mm). Si può utilizzare anche un bastone di scopa.

I magneti

E visto che non se ne può fare a meno, naturalmente avete bisogno di magneti! Per il progetto qui presentato si consigliano 3 potenti dischi magnetici, possibilmente con un diametro ridotto. Poiché i piatti utilizzati non sono ferromagnetici, avete bisogno possibilmente anche di un disco magnetico piatto, da collocare sotto l'ultimo piatto e che serva da contromagnete all'asta inferiore.

Gli attrezzi necessari

Inoltre, dovreste tenere pronti sul Vostro banco di lavoro i seguenti accessori per il bricolage: un seghetto per il legno, un succhiello del diametro dei magneti, un piccolo pezzo di carta vetrata, una colla potente e tre punti adesivi.

Istruzioni per il fai-da-te

Con il seghetto tagliate due pezzi di lunghezza 15 cm dal bastone. Naturalmente potete anche optare per dei bastoni più lunghi oppure più corti. Considerate però che più lunghi sono i bastoni, più alta (e anche più instabile) sarà l'alzata. Dopo averli segati, levigate bene con la carta vetrata le estremità dei bastoni fino a ottenere una superficie liscia.
Prendete il trapano e posizionatelo il più possibile al centro di una delle estremità del bastone. La cosa più semplice è usare una punta di allineamento. Praticate un foro che sia un po' più profondo del magnete da inserire. Potete testare di tanto in tanto la profondità con il magnete stesso. Quindi procedete allo stesso modo con l'altra estremità del bastone e con solo una (!) estremità del secondo bastone.
Il resto è un gioco da ragazzi: basta solo incollare i magneti. Segnatevi prima i poli magnetici in modo che i bastoni si attraggano veramente e l'alzata non finisca per essere traballante. Per una tenuta ottimale i magneti dovrebbero essere inseriti a filo nei bastoni, vale a dire che non dovrebbero sporgere né essere troppo incassati nel legno. Si consiglia l'uso di UHU MAX REPAIR.
Non appena i magneti sono nella posizione corretta e la colla si è completamente indurita, dovreste ricoprire le estremità dei bastoni con punti adesivi. Ciò serve a proteggere sia i magneti sia i piatti o le lastre dai graffi.
E ora occorre mettere in gioco la propria creatività! Chi non è soddisfatto di una semplice punta per la propria alzata, ha numerose possibilità di rifinirla in modo fantasioso: asola di cuoio, cappuccio di rame, nastro adesivo, punti adesivi, smalto e molto altro.
Il mio consiglio: visto che è così semplice, provate diversi design.
L'assemblaggio dell'alzata va da sé. Posizionate dapprima il magnete piatto al centro sotto il piatto inferiore. Se il piatto diventa instabile, incollate sotto dei cuscinetti di feltro per bilanciarlo. Poi mettete sul piatto il bastone magnetizzato da entrambe le parti. A questo punto seguirà il secondo piatto e quindi il bastone magnetizzato solo da una parte. Ed ecco finita l'alzata mag(net)ica.
Nota del team di supermagnete: E' sconsigliato sollevare l'alzata quando è ricolma. Nonostante i potenti magneti utilizzati, i piatti potrebbero rompersi. E' meglio usare l'alzata magnetica come un oggetto molto speciale per decorare la Vostra tavola.
Nella foto accanto vedete un'applicazione con vassoi magnetici come base: qui i magneti devono essere soltanto inseriti nei bastoni e non è necessario il contromagnete.
Sentite già la magica forza di attrazione? Guardate più da vicino questo e altri progetti anche sul mio blog Bildschönes.

Progetti simili


L'intero contenuto di questa pagina è protetto dal diritto d'autore.
Senza espressa autorizzazione, non è permesso copiarne il contenuto né utilizzarlo in alcun'altra forma.